sabato 15 febbraio 2014

Campioni di velocità della creazione

DA LUNGO tempo gli uomini s’interessano di velocità, e la forte velocità di movimento tra la creazione animale è spesso oggetto di conversazione. E i campioni di velocità del mondo animale sono davvero numerosi. Se certi animali, comunque, sono veloci, non è solo per semplice divertimento ma si tratta spesso di una cosa seria; dipendono dalla loro velocità per restare in vita.

 Per esempio, considerate la lepre, che si affida alla sua velocità per sfuggire alle grinfie della volpe. Una delle più veloci è la Lepus townsendi. Superando una volpe, va ad andatura sciolta a 55 chilometri all’ora o più. La sua velocità massima è di 70 chilometri all'ora, superiore a quella di un levriere, e la stessa velocità di un cavallo da corsa con il fantino in groppa!




 In quanto a velocità su brevi percorsi, però, nessun altro animale terrestre si può paragonare al ghepardo. Quando corre per andare a procurarsi il pranzo, questo aerodinamico campione di velocità si dice raggiunga i 70 chilometri all'ora in due secondi. “I ghepardi”, dice il naturalista Ivan Sanderson, “sono stati cronometrati a oltre 95 chilometri all'ora”. La loro velocità massima può essere di 112 chilometri all'ora. 




 In quanto a velocità su percorsi più lunghi, pochi grandi mammiferi eguagliano le gazzelle. La gazzella mongolica è così veloce che è stata osservata mentre viaggiava a oltre 95 chilometri all'ora per ottocento metri. 




 Probabilmente il più veloce mammifero dell’America del Nord è l’antilocapra. Questo corridore simile a un’antilope può sfrecciare a 65 chilometri all'ora per parecchi chilometri. Un’antilocapra fu cronometrata mentre andava alla velocità di 88 chilometri all'ora per ottocento metri. Un’insolita caratteristica di questa veloce creatura sono i lunghi peli bianchi che ha sul dorso. In corsa, l’antilocapra può rapidamente alzare e abbassare questi peli, dando un luminoso segnale. Quando dà il segnale alla viva luce del sole, si può vedere a più di sei chilometri di distanza. Questo segnale evidentemente avverte le altre antilocapre del pericolo dovuto a lupi o coyote, oltre a servire da bandierina–guida per i piccoli, affinché le seguano più velocemente che possono. 




 Talvolta le antilocapre si divertono a fare le corse, specialmente quando c’è l’incentivo di superare un’auto o un treno di passaggio. Nei lontani giorni del West americano, queste veloci creature si divertivano a fare le corse con le locomotive a legna di quell'epoca. Infatti, interi branchi correvano per un po’ proprio di fianco al treno. Infine, con uno straordinario scatto di velocità, questi veloci animali superavano il treno e passavano davanti alla sbuffante locomotiva, agitando con trionfo davanti al macchinista le loro “bandiere bianche”! 


Post più popolari